mercoledì 7 agosto 2013

Sciroppo di bacche di sambuco

Isambuco comune (Sambucus nigra L.) è una pianta angiosperma dicotiledone legnosa a foglie decidue. È una specie molto diffusa in Italia soprattutto negli ambienti ruderali (lungo le linee ferroviarie, parchi, ecc.), boschi umidi e rive di corsi d'acqua.

I frutti oltre ad essere lassativi e blandamente diuretici hanno effetto antinefralgico su sciatalgie e nevralgie del trigemino.




Controindicazioni
Tutta la pianta ma soprattutto i frutti se consumata in dosi elevate può causare nausa vomito e dolori addominali. I fiori e le foglie freschi, applicati sulla cute causano forte irritazione con eritema . Attenzione a non confondere le bacche di sambuco con quelle di altre specie velenose soprattutto il sambuco ebulus molto diffuso ma facilmente distinguibile dalla altezza inferiore massimo 1,5 m.

Ingredienti
1 kg di bacche di sambuco
2 litri di acqua
1 kg di zucchero
il succo di un limone



Procedimento
Pulite e lavate le bacche di sambuco. Copritele con acqua fredda, portatele a ebollizione e lasciate bollire almeno 10 minuti.


Colate con un colino a maglie fisse e lasciate gocciolare per qualche minuto, premendo un poco con un cucchiaio. Otterrete il succo di bacche di sambuco.
A questo punto mettete a bollire il succo con lo zucchero; schiumate e lasciate sobbollire per 10 minuti. Spengete il fuoco e aggiungete il succo di limone, dunque versate ancora bollente in bottiglie sterilizzate.
Si conserva fino ad un anno.




Da non confondere con questa pianta, che invece è velenosa!
Sambucus ebolus
Caratteristiche: Pianta erbacea perenne, alta sino a 150 cm, dall'odore sgradevole, fusto con coste chiare longitudinali, midollo bianco; 
Foglie opposte imparipennate, a 5-9 segmenti seghettati, glabri e verde scuro di sopra, pubescenti e chiare di sotto; 
Fiori in corimbi ampi rivolti in alto, corolla bianco-rosea con lacinie di 4 mm e antere violette, fiorisce da maggio a luglio; 
Il frutto è una drupa piriforme, di 4-6 mm, lucida e nera a maturità.


pinterest