giovedì 1 agosto 2013

Marmellata di bacche di sambuco



Il sambuco è un arbusto selvatico che è stato sempre usato soprattutto per scopi officinali. Maggiori proprietà sono da attribuirsi ai fiori, alle foglie, alla corteccia piuttosto che alle bacche. Le bacche hanno comunque una eccellente dose di vitamine e molti aminoacidi, virtù leggermente lassative e un sapore particolare, che le rende idonee a essere trasformate in marmellate diverse dal solito. Crude sono piuttosto tossiche, e vi consiglio di non mangiarle: non sono neppure buone!
Ah! Nessuna parte del sambuco ha niente a che vedere con il liquore Sambuca. 

Ingredienti
1 kg di bacche di sambuco
800 grammi di zucchero



Procedimento
Mettete a cuocere le bacche di sambuco a fuoco basso in una pentola dal fondo più spesso possibile. 




Dopo una ventina di minuti passate le bacche con un passaverdura. Non vi sforzate per spremere fino allo stremo  le bacche, o vi troverete la marmellata strapiena di semi. Gettate quindi il fondo della passatura senza rimpianti.
Otterrete circa 800 grammi di purea di bacche. Aggiungete l'equivalente in zucchero (alcune ricette consigliano quantità minori: 600 grammi per 1 kg di bacche) e cuocete a fuoco lentissimo fino alla prova della goccia (quando cioè versando una goccia di marmellata su un piattino e girandolo questo non scivola via ma esercita un attrito che ne rallenta la discesa)


Ed ecco qua!



pinterest