domenica 18 agosto 2013

torta e muffin di cous cous: della serie "Non si butta via nulla"

Come promesso posto la ricetta del riutilizzo del cous cous. Voi lo sapete che una delle logiche che sottende a questo blog è proprio quella del risparmio, anzi, della lotta allo spreco. Che poi non deve prevedere ovviamente il sacrificio personale fine a sé stesso, ma la consapevolezza del fatto che questo mondo non può essere impunemente depredato. Quello a cui aspiriamo è il raggiungimento di uno stile di vita più rispettoso e "morigerato", equidistante sia da intenti autopunitivi (mi vengono in mente i cilici di qualche politico  integralista, anche qui da noi) e lo sfarzo sprecone e volgare che ha caratterizzato gli ultimi, ingloriosi  tempi (e chissà perché mi vengono ancora in mente i politici, quelli delle feste con le maschere da maiale, ad esempio). Convinte che ognuno di noi debba fare la propria parte, noi abbiamo scelto di farlo così. Facendosi anche bene...


Ingredienti
250 grammi di cous cous cotto (se salato in precedenza deve essere sciacquato bene)
1/2 litro di latte
2 uova
180 grammi di farina autolievitante
200 grammi di zucchero
100 grammi di burro
la buccia grattugiata di un limone

Per la glassa dei muffin
un bicchierino di liquore al mandarino; 
2 cucchiai di zucchero a velo
1 cucchiaino di acqua

per la caramellatura della torta
3 cucchiai di zucchero semolato

Procedimento
Mettete il cous cous in una pentola con il latte a fuoco bassissimo e intanto in un robot mettete a montare le uova con lo zucchero. Entrambe le operazioni richiederanno almeno 10 minuti. Quando le uova saranno montate aggiungete  il burro fuso e freddo, la farina autolievitante setacciata e la buccia di limone grattugiata. Togliete il cous cous dal fuoco e mettetelo in una zuppiera, sulla quale verserete gli altri ingredienti. Amalgamate bene e versate negli stampi. 

Cuocete i muffin in forno caldo a 170° 15 minuti. 


Cuocete la torta per almeno 40 minuti. Se avete a disposizione un bruciatore da cucina potrete fare questa caramelizzazione in superficie, cospargendo la superficie della torta di zucchero semolato e dandoci dentro con il fuoco. 


La glassatura dei muffin invece è ottenuta sciogliendo nel liquore lo zucchero a velo. Gli astemi diluiranno il liquore in acqua.


15 commenti:

Ely ha detto...

Ceci, un applauso nel mio piccolo te lo faccio. Perchè anche io come te sono per vita modesta e assolutamente nessuno spreco. Mi piange il cuore immaginare di buttare qualcosa, quando qualcuno magari muore di fame e la vorrebbe.. 10 e lode a questo riutilizzo..! Più che un riutilizzo è un'opera d'arte! TVTTTB

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Ely, diciamo che si fa quel che si può! Un abbraccio forte. Tvb anch'io

Cuoca Pasticciona ha detto...

Come darti torto?? Non bisogna buttare via nulla, mai!! Se poi aggiungiamo un pizzico di fantasia e dagli avanzi escono fuori delizie del genere allora ne vale proprio la pena no?? ;)
Un bacio :*
http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

Claudia Bonera ha detto...

Ciao, sono arrivata a te grazie all'iniziativa Conosciamoci di Spicchi del Gusto. Complimenti per il tuo blog. Mi sono unita con molto piacere ai tuoi lettori e spero tanto tu faccia altrettanto. A presto, Claudia
http://lacucinadistagione.blogspot.it/

Cecilia Testa ha detto...

Ciao carissima; pensa che ho sfidato mio marito a non andare a fare la spesa per almeno 10 giorni, per cercare di svuotare finalmente il freezer che è da sbrinare da tempo immemorabile e per utilizzare le cose in dispensa! Solo che devo fare dei manicaretti, se non voglio sentirlo brontolare all'infinito: "te lo avevo detto che non c'era niente, bla bla bla,,". Ciao, un abbraccio!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Claudia, benvenuta da noi! Ci siamo già iscritte tra i tuoi lettori. Ciao e a presto

Giulia C ha detto...

Nooo bellissima la "fiamma ossidrica da cucina" come la chiamo io! La vorrei troppo!!
sembrano davvero appetitosi questi dolcetti :)
un bacione e a presto!

Un ingegnere ai fornelli ha detto...

Sono d'accordo con te, niente sprechi e massimo risparmio sono una giusta filosofia di vita. Con questi muffin e torta, tu dimostri che tutto questo è possibile:)
Mi sono aggiunta ai tuoi lettori, ti ho scoperto tramite il blog Spicchi del gusto :)
Un bacio
Letizia

Paprika e Cacao ha detto...

Un'ottima filosofia e un'ottima abitudine da prendere quella che ci insegni... Anche riutilizzando, si può dimostrare grande estro e creatività ed eccone l'esempio lampante! Mi sono aggiunta ai tuoi follower, se ti va, ti aspetto nella mia modesta cucina.
A presto
Lore
de L'Angolo delle Ghiottonerie
http://angolodelleghiottonerie.blogspot.it/

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Giulia, eh sì, è proprio una fiamma ossidrica! Abreve proverà la crema catalana, così mi ci esalto! Ciao, un abbraccio e a presto!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Letizia, benvenuta tra noi!a presto, da te o da me

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Lore, passo subito! Intanto ti do il nostro caloroso benvenuto!

ileana conti ha detto...

eccerto che ce l'ho il caramellizzatore!
Me l'ha portato babbo natale!!
contenta io di usarlo!

Roberta ha detto...

Ciao Cecilia ,che bello il tuo blog di cup-cake!
Buona giornata

Le Creazioni di Chibon ha detto...

Eccomi, sono venuta a curiosare nel tuo blog!
mmmmmmmmmmmm quante cose buone!! Complimenti.
Da oggi ti seguo con piacere.
A presto