domenica 25 agosto 2013

Salsa Barbecue (ma più in generale del barbecue e delle sue prerogative)

Quando, per scrivere questo post, ho pensato di fare un viaggetto sul web a partire dalla parola "barbecue", sapevo che avrei trovato tanto, in proposito, ma non credevo davvero di trovare così tanto!  Ci sono non dico blog, ma siti, forum e riviste on line che trattano esaustivamente e da tutti i punti di vista di questo argomento e basta!! Tra le tante realtà  alcune sono ad un livello di specificità e tecnicismo tale che i propri adepti parlano un incomprensibile linguaggio da iniziati. Dal poco che ho letto, mi è parso di capire che ci sia in corso una guerra tra sostenitori del forno a gas vs gli adepti del forno a carbonella. Ma siccome le guerre non mi sono mai piaciute (tranne quelle col fucile ad elastici in cortile, da bambina), lascio le loro cronache a chi voglia farlo.
Da cronista di guerra vi segnalo due link delle diverse fazioni: 
 Fuori dal campo di battaglia e sempre sul web vi segnalo una guida vera e propria, quella di più agile lettura e gradevolezza di scrittura che abbia trovato. (Non me ne voglia chi altri si sia cimentato in questo tipo di lavoro; la mia è un'opinione personale..)
http://www.dissapore.com/cucina/guida-al-barbecue-piu-di-quanto-avete-mai-osato-chiedere/

Tanto per chiarire, il nostro barbecue è di tipo a carbonella, anzi, a dire il vero a carbonella e a legno. Utilizziamo soprattutto legnetti secchi che troviamo, e i ritagli del gelsomino e della vite del Canada dopo che siano stati ad essiccarsi almeno un mese. Per accendere il fuoco utilizziamo delle mattonelle di guscio di cocco pressato, che non appestano l'aria come gli altri accenditori che ricordano i gas di scarico dei tir di seconda mano!

Dallo stesso blog da cui ho tratto il link per la guida prendo questa guida: 
"Il barbecue può essere a gas o a carbonella. Uno non è necessariamente superiore all’altro, entrambi hanno pro e contro.
Barbecue, carbonella
Barbecue a carbonella
  • Ce ne sono a prezzi molto diversi, è facile trovarne di economici così come di molto costosi (+)
  • Diventa molto caldo (+ -)
  • Deve essere pulito manualmente e preriscaldato per almeno 20 minuti – di solito di più (-)
  • E’ più difficile pulirlo a causa della cenere (-)
  • Lascia un sapore affumicato tutte le volte che grigli (+ -)
  • E’ difficile mantenerlo a una temperatura costante (+)
  • Cosa c’è di più divertente per un uomo che giocare con del vero fuoco? (+)"
Adesso concentriamoci su questo attrezzo da cucina delle meraviglie, con alcuni consigli pratici per l’uso:
Per ottenere ottime grigliate bisogna usare un olio con un alto punto di fumo. (Noi usiamo l'extravergine di oliva.)
Cosa grigliare?
  • formaggio
  • verdure
  • pannocchie
  • salmone
  • carne rossa
Per non perdere i succhi mentre si gira la carne, bisogna utilizzare sempre le pinze o una spatola, invece della forchetta, e girarla il meno possibile (si dovrebbe fare solo una volta durante tutta la cottura).
Non bisogna premere gli hamburger o il pollo con una spatola mentre si stanno grigliando, poiché così si perdono i succhi e una volta che se ne sono andati … beh.... (Chi si annoia e ha bisogno di qualcosa da fare con le mani, può darsi alla giocoleria)
Se decidete di riscaldare la carne prima di porla sulla griglia potrete ottenere una cottura più veloce e meno secca.
Per un grandioso sapore affumicato, immergete alcuni bastoni di legno (noce o quercia, ad esempio) in acqua per un po’, poi buttateli sul barbecue e coprite la griglia.
Per ottenere gusti più decisi, mettete le erbe aromatiche sulla griglia mentre state già grigliando, o in infusione nell’acqua e poi sopra la carne.
Se volete grigliare le verdure, tenetele per ultime.
Infine non dimenticate la salsa! Per un vero barbecue degno dell’ Indipendence day non ci si può esimere dal preparala in casa o se proprio volete, di comprarla."
Ingredienti per sei persone

3 cipolle rosse grandi
3 spicchi di aglio
6 cucchiai di olio di oliva
250 ml di pomodori pelati
1 cucchiaio di zucchero di canna
1 cucchiaino di tabasco
1 cucchiaio di salsa di soia

Procedimento
Affettate finemente le cipolle e l'aglio
Scaldate l'olio in una pentola antiaderente e, raggiunta la giusta temperatura, aggiungete il trito e lasciate appassire.

Una volta che le verdure sono schiarite aggiungete la salsa di pomodoro.



Fate cuocere almeno per 20 minuti. Avete presenti le salse barbecue che sono in commercio: sono molto scure: quel tipo di sfumatura voi lo potrete raggiungere solo cuocendo molto la preparazione.


Passati questi minimi venti minuti aggiungete lo zucchero di canna


il tabasco


e la salsa di soia. Spengete il gas sotto alla pentola e lasciate intiepidire almeno per dieci minuti.


A questo punto frullate la preparazione e servite.


14 commenti:

Ely ha detto...

Ceci che salsa!! Questa sì che è divina, fatta in casa! :D Complimenti, ha un aspetto stupendo. E io anche sono del partito del barbecue a carbonella (anche perchè ho solo quello!!) :D p.s. ma l'hai rivestito tu di mosaico?? Se si.. non ho parole! :D TVTTTTB

Cecilia Testa ha detto...

Ebbene sì, il barbecue a mosaico trecandis è opera mia; risale ormai a quattro anni fa, quando abbiamo sistemato il giardino della casa in cui viviamo. Sono contenta che ti piaccia. TVTTTB anch'io. Un abbraccio

Cecilia Testa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvia Brisigotti ha detto...

Ma che post interessante questo!!
Io sono una fanatica del barbecue, lo adoro, di sicuro vado a spulciarmi i siti!!
La proverò anche io la vostra salsa, sembra venuta benissimo!!
Ciao e grazie!!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Silvia, a breve posterò anche qualche ricettina! Ciao, a presto, da me o da te!

Michela Sassi ha detto...

Come promesso eccomi qui, complimenti per il tuo blog, molto bello e con delle ricettine molto sfiziose! Ti seguo con piacere, a presto,
Michela(http://atuttopepe.blogspot.com)

SILVIA ha detto...

Deliziosissima la salsa barbecue!^___^

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Michela, benvenuta!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Silvia, e soprattutto senza conservanti e senza coloranti! A presto e grazie della visita e dei complimenti!

Chiara Vitaloni ha detto...

Grazie per essere passata da me, nuova follower grazie al linky party di "Beauty in Wonderland"!
Chiara in Fimoland

Autilia De Simone ha detto...

Mmmmm che bontà...mi fai venire fame!
vengo dal Party in wonderland!
passa da me se ti va http://makeup-incorso.blogspot.it/

ileana conti ha detto...

Mia figlia me la chiede da mesi perchè ne sente sempre parlare sui suoi cartoni animati sarà l'occasione buona per provarla!

Mi piacerebbe che accettaste il premio blog affidabile!
Potete passare se e quando volete a prenderlo!

Dyl ha detto...

Wow Ceci, che post! Molto utile! Io amo moltissimo il barbecue ma solo quando ci si siede a tavola a mangiare, infatti della preparazione se ne occupa sempre il mio compagno. Gli farò leggere questo post^^un baciotto<3

Enrica - Vado...in CUCINA ha detto...

questa te la copio di sicuro è geniale e adorata dai miei figli a presto