mercoledì 28 agosto 2013

al contadino non far sapere; ovvero formaggio, pere, e un tocco speciale

La fase furibonda di pulizie della cucina non si è conclusa come avrei voluto. Non sono riuscita a svuotare il freezer e la dispensa è rimasta ancora troppo piena di buste di cibo ammezzate per i miei gusti. Constatato il mio parziale fallimento avevo deciso che non avrei fatto la spesa per un po' per smaltire quela riserva. Ho deciso soprattutto che avrei impedito a mio marito di fare la spesa! In questo mese e mezzo di infortunio c'è andato sempre lui e ha comprato di tutto e in quantità industriale! E' capace di uscire per comprare due yogurt e tornare con tre casse di roba! Solo che ogni volta in cui si avvicina l'ora del pranzo o della cena, lo vedo aspettarmi al varco. "Cosa si mangia ora?" Mi chiede ironico.. e ad un mio minimo, impercettibile tentennamento replica "te lo avevo detto io, che si doveva fare la spesa...". E siccome mi manda in bestia, quando mi dice "te lo avevo detto" e siccome invece in bestia non ci voglio andare (o almeno non per cose così banali e non con una frequenza così alta), mi dedico con tutte le mie energie alla preparazione di mangiarini speciali. Soprattutto pastasciutte, pizze e torte salate. Ma domenica avevamo speso quasi tutta la mattina a sistemare il giardino (ero abbastanza tranquilla perché i ragazzi sarebbero stati a pranzo fuori) e quando alle una e trenta ho aperto il frigo al mio "Accipicchia!" di disappunto il frigo ha risposto: "icchia icchia icchia"..C'era solo qualche formaggio e un po' di frutta. A quel punto, dopo una mattina di lavoro in giardino, mio marito non sarebbe stato più solo ironico,  e la discussione si faceva sempre più probabile. Così mi è venuto in mente un proverbio (la fame gioca brutti scherzi, direte voi): al contadino non fare saper quanto è buono il cacio con le pere". E dunque ho lavato e affettato due pere, trasformato delle fettine di emmental, disposto qualche polpa di Parmigiano e preparato una salsina ad ok, et voilà:



Ingredienti per la salsa alla senape
tre cucchiai di maionese
tre cucchiai di yogurt bianco intero
un cucchiaino di senape in crema (quella che si mette sui wurstel)
una spolverata di paprika forte.

Procedimento
Amalgamate tutti gli ingredienti e spolverizzate la paprika quando la crema sarà già versata nel vasetto con cui la porterete in tavola.



Ah! Poi avevo anche delle pesche, ho ripreso la ricetta delle finte pesche all'aleatico, e così ho "stampato" anche il dessert...

19 commenti:

Ely ha detto...

Ceci mi hai fatto morire: già il fatto che gli uomini escono per prendere due yogurt e tornano con tutt'altro è una sacrosanta verità, ma l'eco nel frigo mi ha uccisa :D E che nervi quando ti fanno notare: 'vedi che avevo ragione?'... beh, tesorini, godetevi quei momenti perchè non ne avete molti, visto che la ragione l'abbiamo spesso e volentieri noi!!! :D Con questo pranzetto di certo non poteva lamentarsi.. è stupendooo! :D Pure le stellineee! No dico, ma ti rendi conto di cosa sei riuscita a fare con un proverbio?! Mitica :D TVTTTB

Cuoca Pasticciona ha detto...

Ahahaha è proprio vero quando escono gli uomini a fare la spesa non sai mai con cosa torneranno in casa!! Immagino però che tuo marito abbia apprezzato questo pasto improvvisato così gustoso e sfizioso!
http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

Silvia Brisigotti ha detto...

Brava Cecilia, l'inventiva e una grande dote!!
Un bacione!!!

Francesca ha detto...

Il tuo blog è proprio carino, un sacco di idee sfiziose ^_^
Ciao ti ho trovata tramite l'iniziativa di beauty in wonderland.
Mi sono unita ai tuoi fan. Se ti va passa da me ^^
http://thekitchennook.blogspot.it/

La mia famiglia ai fornelli ha detto...

beh direi che hai risolto egregiamente considerando l'eco nel frigo!
Linda

Seleny Luna ha detto...

waw bravissima!!!!..che idea meravilgiosa che hai avuto...così hai risolto il pranzo e hai evitato una discussione!!!^_*COMPLIMENTI!!!

Dyl ha detto...

Io lo dico sempre che sembrano fatti con lo stampino! Pure il mio quando si tratta di cibo è così!!! Mi manda in bestia! Il problema è che l'unico proverbio che mi ricordo in quattro e quattr'otto è "tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino" .... Tradotto ... Gatto in umido?!?!? XD Baciotto <3

misscarrie79 ha detto...

Il mio ragazzo mi guarda e mi dice:"mi fai mangiare?"...
http://misscarrie79.blogspot.it/
https://www.facebook.com/pages/Misscarrie79-Fashion-Blog/125226864298074

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Ely..diciamo, citando un altro proverbio: "la fame aguzza l'ingegno"? tradotto, visto che si dice "fame"per modo di dire, che la disponibilità di pochi ingredienti in realtà spinga alla creatività? Magari anche si! Ti abbraccio TVTB

Cecilia Testa ha detto...

Ciao carissima; mio marito è famoso per le spese da preparazione all'assedio, della serie "il nemico non ci prenderà per fame". Comunque sì, ha apprezzato abbastanza, ci si può accontentare. Ciao, un abbraccio!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Silvia; eh già, quando si ha poco per cucinare convenie tirar fuori l'ingrediente x, dall'epoca di De Sica e Lollobrigida in poi: la fanstasia

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Francesca, passo subito da te! E benvenuta tra noi!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao carissima; èh sì, e l'evenienza numero 2 è di gran lubga più pesante della 1! Ciao, a presto

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Linda, ma sai che la sento volentieri, l'eco nel frigo, ogni tanto? Ciao e grazie della visita e dei complimenti

Cecilia Testa ha detto...

ahahah! Povero gatto! Sei troppo forte! Un baciotto anche a te!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Carrie, una volta, così, tanto per vedere che faccia fa, prova a dirgli "dai leoni?" . Ahahah! Un abbraccio

Iaia_Sparkling ha detto...

siau!!! grazie per esser passata dal mio blog!!!!
wow che spettacolo!!!! e io adoro le stelle!
baci fucsia!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Iaia, benvenuta tra di noi! Un abbraccio

Francesca ha detto...

A Natale ho preso chili e mi sono messa a dieta ieri, ma.....la volontà vacilla per forza se vedo una squisitezza del genere :-)