lunedì 5 novembre 2012

muffin al quadruplo cioccolato


Avete presente cosa succede nelle sit com americane quando la protagonista deve superare una delusione - che deve essere pur sempre piccola altrimenti il suffisso non è più "com"- qualcosa compreso tra il bidone del fidanzato e l'unghia spezzata, passando per la lite con l'amica del cuore e il mancato ingresso nel centro commerciale per i saldi dell'anno? 
In genere la scena è così fatta: la protagonista di cui si parla nell'ordine:  
1) apre la porta, in faccia alla telecamera, come è ovvio, 
2) lascia cadere la borsa a terra (ma non hanno mai niente di fragile, in quelle borse?)
3) si appoggia alla porta con tutta parte retrostante del suo corpo, come se chiudesse la porta sull'abisso, (ricordate il ritorno a casa dei protagonisti di Beetlejuice dalla scorrazzata nell'Altro mondo?)
4) corre al frigo, in genere scomparto superiore, ne estrae un gelato tipo barattolino - di quelli che da noi in genere bastano per un paio di dopo pranzo per tutta la famiglia- 
5) prende un cucchiaino, pardon un cucchiaione - del resto, per un gelato grande, ci vuole un cucchiaio grande-
6) si siede- anzi si butta sul divano e si mette a mangiare- a divorare- il suo gelato (probabilmente negli Usa i divani si lavano da soli, visto che nessuno manifesta la minima attenzione alla tappezzeria, o le lavanderie costano di meno che da noi, dove se porti la fodera del divano devi prima aver acceso un mutuo in banca)

Ebbene, in questi casi appare il concetto del cibo come conforto; ricordo anche vagamente un video di Nigella, quella famosa, in cui prepara i suoi biscotti al cioccolato proprio per dare conforto ad un'amica (c'è da dire che il mio inglese è così mal ridotto che magari ho capito male, e in realtà questa amica deve festeggiare qualcosa, chissà!?). Comunque, sulle qualità taumaturgiche del cibo si è parlato a dismisura. E, tra i cibi di conforto, il primo posto va di certo al cioccolato. Ed ecco il perché di questo mio lungo (anche un po' troppo, forse) preambolo: questi muffin sono il conforto dei conforti. Sono impastati col cioccolato, riempiti di cioccolato e coperti col cioccolato. Ah, dimenticavo: hanno anche le gocce di cioccolato! Più confortevoli di così! 
A parte tutto, forse noi italiani abbiamo meno bisogno di cibi di conforto, un po' perché mangiamo sempre così bene che di conforti ce ne regaliamo più d'uno al giorno, quasi sempre più sani e meno calorici di quelli made in Usa... E dunque possiamo pensare al cioccolato e alle cose cioccolatose come ad un dessert, punto e basta. E io mi auguro che a voi, eventualmente, questa ricetta serva proprio per questo. E' vero anche che anche a noi capita di sentirsi giù di tono, stritolate come siamo tutte dagli impegni e dal tempo che non si ferma  e se ne infischia se non sei ancora a buon punto con tutto quello che ti eri ripromessa di fare... Ed ecco che il muffin al cioccolato multiplo casca a fagiolo!
Attenzione! Se siete tra quelle a cui il cioccolato dona euforia, non esagerate con le dosi: se è vero che non c'è ancora il palloncino per il cioccolato, è pur vero che in certe circostanze l'eccesso di ottimismo può fare brutti scherzi. Alla riunione a scuola dei ragazzi può farvi vedere come una cosa da farsi assumere la carica di rappresentante di classe, o accettare l'incarico di fare i costumi (tutti!) per il prossimo spettacolo di Natale... O potrete dire di sì al vostro lui se vi propone un bel fine settimana a pescare trote, o la visita ad una bella fiera della ferramenta di venti padiglioni...


Ma a prescindere, come direbbe Totò, questi sono gli ingredienti, poi gestiteli, questi e i muffin che ne deriveranno, come volete. Mi fido di voi.

Per 8 muffin

150 grammi di farina
120 grammi di burro
150 grammi di zucchero
100 grammi di cioccolato fondente
250 ml di latte
1 uovo
50 grammi di cacao in polvere
20 grammi di gocce di cioccolato
mezza bustina di lievito vanillinato
un pizzico di sale
200 grammi di crema spalmabile al cioccolato e nocciole (noi ne usiamo una del commercio equo e solidale)
20 grammi circa di scaglie di cioccolato fondente

Procedimento
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato con il burro finché i due ingredienti  non appariranno come un composto omogeneo; togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Aggiungete poi lo zucchero, l'uovo leggermente sbattuto e il latte. 



Da ultimo incorporate la farina setacciata mescolata al cacao amaro, alla mezza bustina di lievito e alla presa di sale e mescolate con molta delicatezza. 




Aggiungete, sempre con la medesima delicatezza, le gocce di cioccolato, e ancor più delicatamente amalgamate il tutto.
Versate negli stampi e infornate a 160° per un tempo che dovrebbe andare dai 20 ai 30 minuti. Voi sapete che lascio molto all'intraprendenza del forno di ciascuna/o di voi, così come- volente o nolente- lo lascio al mio. Una volta compiuta  e superata la prova stecchino spegnete il forno, apritelo un poco e lasciate a riposare i muffin per altri 5 minuti. Trascorso questo tempo metteteli su una gratella a raffreddare. Quando saranno ben freddi  mettete in una siringa per dolci la crema al cioccolato e nocciola e spruzzatecela dentro. Il muffin stesso vi farà capire quando basta, se avrete l'accortezza di maneggiarlo con attenzione.
Spalmate un po' di crema sulla superficie e decorate con cioccolato a scaglie. 




14 commenti:

paneamoreceliachia ha detto...

Onore e merito al cioccolato che ci coccola nei momenti bui! Questi dolcetti sono complici di tutti i dietologi del mondo. Prima mangi questi e dopo vai a trovarli per il resto della tua vita. Però noi li freghiamo, ce li mangiamo e poi andiamo a farci una corsetta insieme...al centro commerciale per lo shopping ovviamente! Siamo o non siamo le protagoniste di questa sit com?
baci e buona settimana
alice

Cecilia Testa ha detto...

ahahah! Eh già nella sit com.....nella realtà a volte mi chiedo se abbia davvero un senso mangiarli, dolci così calorici, o valga la pena invece spalmarseli direttamente intorno al giro vita o sulle cosce, visto che è la che resteranno per molto, molto molto tempo....
un abbraccio e buona settimana anche a te
Cecilia

speedy70 ha detto...

quadruplo cioccolato?????????? Per una golosona come me sono il massimo!!!!! E' un piacere conoscervi con il vostro delizioso blog, mi aggiungo ai vostri lettori; passate a trovarmi, un abbraccio!

Antonietta ha detto...

Questi li proverò,garantito!!!

Laura Carraro ha detto...

Ciao, che golosissima tentazione....molto difficile resistere anche se poi, lo sò, mi pentirò!!!
Complimenti per il simpaticissimo blog, vi seguo e se vi fa piacere passate a trovarmi.
A presto.

Federica ha detto...

Acciderbola! Fino al triplo ci ero arrivata ma addirittura quadruplo cioccolato...assolutamente da non perdere per una choco-addicted come me :) Con questi muffins a colazione altro che buongiorno, è un giorno da re! Piacere di conoscerti, ti seguo volentieri. A presto e buona giornata

Angela di Finalmente in cucina ha detto...

Ciao ragazze ma questi muffin sono terapeutici! Scusate se ancora non ho ritirato il premio, stasera prometto che passo a prenderlo! Vi abbraccio e vi ringrazio ancora per avermi dato un premio, baci baci Angela

Cecilia Testa ha detto...

Certo che passiamo! E' sempre un piacere!
A presto

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Antonietta, del resto tu puoi permettertelo: con tutte le cose che fai vedrai che le calorie le smaltisci al volo! grazie del commento e a presto!

Cecilia Testa ha detto...

Siamo passate e ...ci siete piaciute/i proprio, tu il tuo blog e la tua banda di gatti! A presto!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Federica, passare dal tuo blog e diventare lettrici fisse è stato tutt'uno! Bellissime foto e magnifiche ricette! Brava! Ma lo sai che il pane dolce con l'uvetta da noi, che come noto siamo tutti accademisti (noi siamo di Livorno, la città del Vernacoliere n.d.r.) si chiama in un modo un po' meno poetico e di certo molto meno "santo"? A presto carissima, complimenti ancora e grazie del commento

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Angela, non preoccuparti, a noi è bastato avertelo dato! E speriamo che porti bene! Ciao, e grazie del commento!

lalexa ha detto...

woooooooow complimenti ragazze!! Mi avete proprio preso per la goooola!!! Non è che ne è avanzato uno?!?! Mi toccherà proprio provare a farli allora ;)

Un saluto
lalexa

Cecilia Testa ha detto...

Ciao carissima! Sarebbe una soddisfazione, per noi! Poi facci sapere come è andata: i feedback ci fanno sempre piacere!