giovedì 20 febbraio 2014

Impariamo a conoscere quello che realmente vogliamo!

A tutte le mie lettrici che si aspettano sostegno da questa mia fase di "riorganizzazione" tramite il libro "come ti organizzo la vita" va un avvertimento: gli autori affermano che, per essere messi/e nella giusta direzione, dovete prima imparare a conoscere quello che realmente volete. Mi viene quasi quasi voglia di chiudere il libro e postarvi una bella ricettina con la passata di piselli in scatola fatta d'emergenza l'altra sera. Ma siamo pazzi! Ci sono persone che muoiono a cent'anni senza riuscire a farlo! Ma diamo fiducia ai signori Schlenger e Roesch (questi sono gli autori) e proseguiamo nella lettura:
Il primo passo è quello di fare dei sogni, di fantasticare su quello che potrebbe rendere perfetta la vostra vita se aveste il potere di controllarne ogni aspetto." Ora, a parte il fatto che la perfezione è irraggiungibile e il controllo (almeno per me) pure, faccio un ulteriore sforzo e vado ancora avanti:

"descrivete l'ambiente ideale in cui vorreste
a) vivere: facile, eccolo:


http://www.grey-panthers.it/la-casa-un-investimento-che-vale/

b) lavorare: in una scuola che si modifichi in corso secondo le esigenze dei suoi alunni, e dove praticamente tutto sia possibile

Descrivete

a) un giorno ideale a casa
(Scusate, ma non c'è, nel web una dico una foto di famiglia felice (o almeno serena) con due figli adolescenti. E qualcosa vorrà dire.)
una cucina organizzata
una casa perfetta
           o a lavoro (tutti i miei  lavori)
una scuola burocrazia free%  e bambini e bambine felici
una scrivania ordinata dove si rintraccino penne e fogli
un spazio per il lavoro creativo in cui per trovare un nastro a righe non si debba fare un'interrogazione parlamentare
3) Individuate gli elementi essenziali per il vostro benessere ai punti 1 e 2

4) Determinate quanti di questi elementi essenziali possedete attualmente

     
Ah! Se almeno le maestre avessero a che fare solo con i bambini!
riconoscete questo antro?
non siamo noi, ma la somiglianza c'è (anche perché io ne ho uno di più, di urlatori/urlatrici, in casa)

                                                                     
La maggior parte delle immagini sono tratte dal web

5) Analizzate cosa vi suggerisce questo esercizio di fantasia

Oddio!!!!!!

Provate anche voi. Oppure no.... Ma non scoraggiatevi, domani si va avanti!

13 commenti:

Vivy ha detto...

ahahahah! molto bello questo post! In parte so quello che realmente vorrei... ma direi che per ora mi devo accontentare :D
e certi tuoi desideri li condivido: la casa (niente male!) e la scuola di Hogwarts :D :D
allora buon lavoro e buon proseguimento!

Seleny Luna ha detto...

Che post super fantastico Cecilia!!>_<..eh..eh...condivido l'ambiente ideale..*_*!Un baicone..

Silvia Brisigotti ha detto...

Ah ah, mi ha fatto molto ridere questo post, però è vero, intanto bisogna capire cosa si vuole, almeno poi ci si organizza in modo almeno da avvicinarcisi!!
Grazie cara Cecilia, aspetto la prossima parte e intanto medito su cosa voglio che sia diverso da ora!!
Un bacione!!!

Jessica Giusti ha detto...

Ehehehe! Bè a sognare ci vuole poco.... Quella casa è fantastica! Come si potrebbe non sognarla? come tutto l'ordine.. e hogwarts *__*!!!
A presto!!! :)

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Vivy, è davvero difficile già questo primo step...diciamo che a volte credo che trasformare in Hogwarts la mia scuola sia un obiettivo più raggiungibile di altri a cui aspiro! pensa un po'! Ciao carissima, un abbraccio!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Seleny! le dimensioni della casa sono irraggiungibili (almeno da me), ma quanto all'ordine, ho intenzione di adoperarmi presto per fare dei passi avanti!!! Del resto, se non volgio rischiare di essere sepolta sotto cumuli di roba, una decisione in tal senso la devo prendere per forza! Ciao, una abbraccio e a presto!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Silvia, credo che il problema sia quello dei falsi obiettivi... Però davvero dovremmo capire cosa si vuole, o si rischia di sentirsi criceti sulla ruota! Un abbraccio forte e a presto

Cecilia Testa ha detto...

Giusto, Jessica! E, se si deve sognare, tanto vale farlo come si deve, no? Ciao, ti abbraccio

bricolage.ricette-blog ha detto...

Molto ironiche, complimenti! Bell'articolo! Se passate da noi tra un po' 8sto scrivendo adesso l'articolo) potete ricevere il premio Versatile Blogger Award

Cecilia Testa ha detto...

Ciao carissime, grazie!!

astrattamente invenzioni sole ha detto...

Che bello! devo descrivere qua o sul mio blog? quasi quasi lo faccio sul mio blog (così posso mettere le immagini!) e linko la tua descrizione! il problema mio è che non ho ideali precisi, ma più di uno!

astrattamente invenzioni sole ha detto...

http://chainmailledisegni.blogspot.com/2014/03/impariamo-conoscere-quello-che.html

Ecco il mio

astrattamente invenzioni sole ha detto...

per me è più importante non sapere cosa si vuole, così si amerà tutto quello che verrà. fa pure rima haha però si, io non ho ambizioni questo è il problema!