martedì 22 gennaio 2013

torta di kamut ai porri e bacon


E' vero, sono entrata nel trip delle torte di verdure. Questa è l'ultima di quelle provate. Purtroppo non ho fatto in tempo a fotografarla appena sfornata, perché ho lasciato questo ingrato compito ai ragazzi, avendo io un impegno. Al mio ritorno la torta non era più intera....

Ingredienti per la frolla salata
250 grammi di farina di kamut
125 grammi di burro
1 tuorlo d'uovo 
mezzo bicchiere di acqua fredda
sale q.b.


Procedimento
Impastate velocemente gli ingredienti come volete (con il robot o manualmente) e mettete la frolla frigo almeno per mezz'ora. Nel frattempo accendete il forno a 180°.



Spianate la pasta e mettetela in una tortiera, bucatela con i rebbi di una forchetta, copriretela con un foglio di carta da forno su cui metterete un discreto quantitativo o di riso o di fagioli. Una raccomandazione: non buttateli ogni volta, per favore! E' uno spreco davvero inutile. Basta metterli in un barattolo chiuso ermeticamente una volta raffreddati. Andranno avanti per anni. 


Ingredienti per il ripieno
700 grammi di porri
200 grammi di pancetta affumicata
1 uovo
1/2 bicchiere di latte
sale q.b. (ops, non li ho ritratti- scusate tanto)


Procedimento
Pur non dimenticando mai il fatto che avete la frolla nel forno, affettate i porri 




e stufateli con polio olio finché non avranno perduto un po' della loro tipica tonicità. Aggiungete poi la pancetta affumicata tritata (io lo faccio col tritatutto, dopo aver tolto le parti troppo grasse o troppo dure a mano)






Quando la frolla sarà cotta mettete i porri e la pancetta sul fondo e coprite con l'uovo sbattuto nel latte. Potete fare un bordo con dei biscotti salati tagliati nella pasta frolla avanzata: io ho fatto (non so se si nota) delle foglie di agrifoglio. Il momento di metterli sul bordo è proprio questo. A questo punto rinfornate la torta e lasciatela cuocere per circa 30 minuti. Se si colorisce troppo abbassate il calore dopo 20 minuti a 150° e proseguite la cottura, oppure coprite la torta con un foglio di carta  da forno, facendo attenzione che non vi prenda fuoco (a me è successo anche questo...)


Queste attenzioni non sono state riservate alla mia povera torta né da Viola né da Niccolò, che hanno lasciato che prendesse troppo colore. Ciò però, da quanto si deduce dalla esigua quantità degli avanzi , non ne ha pregiudicato il sapore!

2 commenti:

paneamoreceliachia ha detto...

Davvero una delizia!
Siete davvero bravissime e poi complimenti per gli articoli informativi che fate. Sono anch'io una sostenitrice della lettura delle etichette e da quando conosco voi, ancora di più.
Un abbraccio
alice

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Alice, grazie per il commento e per i complimenti! A presto!