domenica 27 gennaio 2013

Merluzzo per grandi e piccini, celiaci e non




Questa ricetta la sentii alla televisione dieci o più anni fa, e mi sembrò da subito "il bu'o alla 'onca", come si dice da noi, ovvero una cosa banale ma efficace e in alcuni casi risolutiva. Vi immaginate, infatti, che fatica dovesse essere svuotare le conche d'acqua prima che vi si inventasse un buco? Che  il buco sia nato con la conca? Mah?! Comunque, non siamo qui a disquisire se sia nata prima la conca o il buco della conca, ma per descrivere una ricetta che può servire: 1) a risolvere velocissimamente una cena; 2) a far mangiare il pesce ai bambini e a chi di solito non lo gradisce 3) a far mangiare qualcosa di simile ai bastoncini di pesce a chi è intollerante al glutine. Tutto ciò senza ricorrere a questi ultimi, che, comunque la pensiate, se si evitano è meglio.

Ingredienti per 4 persone
500 grammi di merluzzo o altro pesce in filetti
350 grammi di panatura di mais (io l'ho comprata alla dico: 500 grammi per 0,90 centesimi: è buonissima- e non faccio per pubblicità)
sale q.b.
olio extravergine di oliva q.b.
prezzemolo essiccato q.b.



Procedimento
Mescolate il preparato per panatura con un cucchiaino di sale, un po' di prezzemolo essiccato e tanto olio quanto basta per renderla tipo sabbia- bagnata- da castello. Ungete con un pennello da cucina una pirofila e applicate un primo strato di panatura, poi il pesce sciacquato e scolato e altra panatura fino a coprirlo completamente. Irrorate con pochissimo olio evo. Non aggiungete altro sale, visto che quello che avrete messo nel preparato di mais dovrebbe bastare. Eventualmente aggiungetelo dopo.


Infornate a 180 gradi per dieci minuti, poi abbassate il fuoco a 160 e tenete la preparazione altri 10 minuti





6 commenti:

Dolci Pasticci ha detto...

Ciao Ceci ^_^,
ho un amica Celiaca e ogni volta che passa a casa mia o prepariamo un pranzo da me con amiche, mi trovo sempre in difficoltà perché non so mai cosa preparargli.Alla fine si porta lei il cibo da casa, ma mi sento terribilmente insensibile ogni volta....... questa tua ricettina è semplice e credo sicuramente che potrà piacergli....almeno appena passa posso fargli una sorpresa....grazieee un bacino Je

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Je, e in più questa ricetta ha il vantaggio di essere buona anche per chi celiaco non è, e ti assicuro che non è cosa da poco! Ci sono cose senza glutine irrimediabilmente peggiori di quelle con glutine. Io, per esempio, devo ancora trovare una ricetta di focaccia all'altezza di quella che mangiavo da bambina, del panificio vicino a casa mia....Un abbraccio, e grazie della visita. Cecilia

Marta ha detto...

Al posto del pangrattato, questa soluzione mi sembra ottima. Grazie. Ciao

paneamoreceliachia ha detto...

Anche io sostituisco il pan grattato con la panatura di mais, certo devo sceglierla sempre da prontuario (per via delle contaminazioni durante le lavorazioni) ma è davvero ottima e non fa rimpiangere il classico pangrattato.
Ciao
alice

Cecilia Testa ha detto...

E sì; in effetti nella ricetta originale c'era il pangrattato, che io sostituivo prima tritando vecchi crackers senza glutine; ma la polenta è la polenta! Ciao grazie per commento e visita!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Alice; mi pare che anche quello avesse il marchio con la spiga;io l'ho consumato in un batter d'occhio e ho buttato via la confezione, così non ho potuto verificare. Adesso è un po' che non lo trovo tra gli scaffali. Purtroppo il problema dei discount è che non sempre trovi gli stessi prodotti che ti servono e che anzi a volte ti trovi bene con un prodotto e quello sparisce dalla produzione....E' il prezzo del risparimio!