mercoledì 16 gennaio 2013

Questo post mi costa poca fatica, visto che faccio un semplice copia- incolla da un link, che vi riporto in calce; ma non è solo per questo che lo faccio: lo faccio anche per rendere l'onore delle armi a mio marito, che sbeffeggio ripetutamente quando torna dal discount con prodotti dai nomi comici (mi ricordo una passata "Ciumachella" che mi fece sbellicare, all'epoca del primo discount a Livorno, la Ekom), o che contesto apertamente quando nelle buste della spesa trovo un pandoro di sottomarca se dobbiamo portarla a casa dei miei, notoriamente attenti alle marca quale indice di qualità degli alimenti (al limite- mia madre soprattutto- della fissazione). Insomma, grazie  a Viola, boicottatrice professionista dall'età di 8 anni, ho conosciuto il meraviglioso mondo di "http://ioleggoletichetta.it/index.php/category/lidl-2/. che rende vane le manie di mia madre e rende giustizia a mio marito. Certamente vorrete andare da sole/i a verificare; intanto io qui metto un assaggio di ciò che troverete: 
Preview
"Se si guarda attentamente lo stabilimento di produzione, potremo notare come moltissimi biscotti a marchio della Grande Distribuzione sono fatti negli stessi stabilimenti dei marchi famosi. Su tutti trionfa la Mavery società di proprietà del marchio più famoso Galbusera che detiene gran parte del mercato dei biscotti private label. Ma tra le marche famose che producono per la Grande Distribuzione c’è anche Colussi." Uguali in tutto, anche nelle proprietà nutrizionali, ma non nel prezzo".


"molti marchi della Grande Distribuzione appaltano la produzione a marchi famosi che ne garantiscono la qualità. Il panettone Conad ad esempio è prodotto da Bauli, quello Coop prodotto da Maina, quello Esselunga prodotto da Borsari, quello Despar da Bauli,  Carrefour prodotto da MainaSelex prodotto da Il Vecchio Forno artigiano,  Auchan prodotto da Paluani". 
wurstel_wuber_salumeo

"Wurstel di pollo Wuberone: Wurstel senza pelle pastorizzato. Ingredienti: carne di pollo separata meccanicamente, sale, proteine del latte, fibre vegetali, aromi, antiossidante: ascorbato di sodio. Aromatizzanti di affumicatura. Conservante: nitrato di sodio.
Wurstel di pollo Salumeo Lidl: Wurstel senza pelle pastorizzato. Ingredienti: carne di pollo separata meccanicamente, sale, proteine del latte, fibre vegetali, aromi, antiossidante: ascorbato di sodio. Aromatizzanti di affumicatura. Conservante: nitrato di sodio."
Tra l'altro ci sono anche notizie che dovrebbero allertare tutti/e noi aspiranti pasticceri, oltre che consumatori:
Dopo aver letto questo articolo Viola si è rifiutata di fare una torta alla fragola per la laurea della sua amica. Ha ripiegato per una torta di mele travestita, e non è andata male. A presto (appena si degnerà di procurarmi le foto) il post in cui proprio di questa torta si parlerà.


6 commenti:

Dani ha detto...

Ciao! Un post proprio interessante, complimenti.... Anch'io leggo spesso i consigli su facebook di Io Leggo L'Etichetta... Davvero interessantissimo! :-)

Ely ha detto...

Interessante.. quanto inquietante O_o Ti dirò.. non ho mai usato aromi artificiali ma l'immagine della fragola mi ha davvero colpita...!! Evviva i prodotti naturali, ragazzi... Un abbraccio!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Dani; e sì, di questi tempi se si può risparmiare e non essere bidonati è opportuno farlo! Grazie per la visita e per il commento

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Ely; pensa che ad un corso di pasticceria che io e Viola frequentammo qualche anno fa il maestro ci sollecitava a sostituire la buccia del limone con l'aroma artificiale?! Ma noi abbiamo fatto sempre di testa nostra, e il caro vecchio limone troneggia nelle nostre ricette! Un abbraccio e buona notte

Mina ha detto...

Ciao c'è un premio per te nel mio blog:) a presto..
http://ipasticcidiminu.blogspot.it/2013/01/un-nuovo-premietto.html

Cecilia Testa ha detto...

Grazie 1000 Mina! Appena possibile faremo circolare il premio!