giovedì 10 gennaio 2013

Panforte alle spezie


Per la Befana in casa mia non si possono mettere banali cioccolatini soli soletti nelle calze. Neppure merendini o squisitezze industriali di ogni sorta.... Qualcuno vuole soprattutto dolci tradizionali, che prima compravo di produzione artigianale, e da quando sono in questo trip della pasticceria faccio da sola o con Viola  (più da sola, a dire il vero...). Anche in questo caso, come per i ricciarelli, un risultato soddisfacente è stato raggiunto solo dopo vari tentativi e creando questa ricetta cannibalizzandone una serie:

Ingredienti:
400 grammi tra  noci, nocciole e mandorle sgusciate, spellate e leggermente tostate
300 grammi di canditi di agrumi
200 grammi di miele
160 grammi di farina
200 grammi di zucchero a velo (più un cucchiaio)
5 chiodi di garofano
un bicchierino da liquore di acqua
1 cucchiaino da caffè raso di cannella
1 cucchiaino da caffè raso di noce moscata
1 pizzico di pepe nero
1 pizzico di pepe bianco


Tagliate a pezzi non troppo piccoli i canditi

Fate sciogliere lo zucchero a velo con il miele, il bicchierino d'acqua e i chiodi garofano. Quando lo zucchero si è sciolto togliete i chiodi di garofano.
Tritate grossolanamente la frutta secca. Se la polverizzate il risultato non sarà  eccellente (ve lo garantisco per averlo fatto personalmente....sigh!). Aggiungete a questa i canditi , la farina miscelata alle spezie e versate nella pentola con la miscela di zucchero e miele, fuori dal fuoco. Mettete l'impasto su una teglia coperta di carta da forno e di ostia e modellate con mani, mestoli e tagliatorte una forma rettangolare. Per una forma tonda si può usare una comune tortiera.
Ponete in forno caldo a 140° per 20 minuti. Tenete tuttavia sempre conto del fatto che ogni forno è un caso a sé....


4 commenti:

Ely ha detto...

Uno spettacolo.. i dolci di tradizione, soprattutto fatti in casa, sono la cosa più buona del mondo! Deve essere buonissimo il panforte che hai preparato.. un abbraccio e felice notte! :)

Cecilia Testa ha detto...

Bhe, quanto meno i dolci fatti in casa sono più sani, perché senza aromi o conservanti...anche se come calorie ce ne sono, eccome...gli zuccheri non mancano certo, in questa casa! Un abbraccio, carissima Ely

Debora Troni ha detto...

Ciao Cecilia eccomi qua, son passata a trovarti e ho trovato questa splendida ricetta per il panforte che quest'anno vorrei provare a fare. Ho letto tutto il procedimento ma, o io sono particolarmente stanca, o nella lista degli ingredienti ti sei dimenticata di mettere la quantità del miele perché io proprio non lo vedo!!! :P
In più, mi dici, ma te l'ostia per mettere sulla base dove la trovi?
Complimenti per il blog pieno di post superinteressanti, tanto craft che mi piace da morire e che da oggi seguirò anche da te!
A presto. ^_^

Cecilia Testa ha detto...

Ciao carissima, questa mia risposta deve arrivare con un ritardo siderale, visto che in questo frattempo ho abbandonato il blog al suo destino. Devo ringraziarti, perché ho notato la svista nella lista degli ingredienti; adesso ho corretto e corro a fare il panforte (ho rimesso le mani sul blog proprio per questo, in attesa di avere qualche momento per rinserirmi nella blogosfera. Se leggi questa mia e mi rinvii il tuo link ricambio volentieri la visita. Perdonissimo e auguri per un 2015 migliore del 2014. Un abbraccio