sabato 29 dicembre 2012

Il nostro albero di Natale: alcune buone idee e altre un po' meno


Ciao a tutte: visto che non abbiamo fatto in tempo prima di Natale (chi ci segue sa il perché), vi presentiamo oggi il nostro albero di Natale, che è un po' una specie di archivio della nostra famiglia. Ci sono infatti le decorazioni che feci per riempire il primo albero che imposi a Stefano quando andai a vivere da lui, a budget risicato, una decorazione che comprammo in viaggio di nozze, le palline che con una pazienza inaudita ho fatto quando ero in cinta di Viola, immobilizzata dalla minaccia di aborto ma piena di speranza, alcune palline decorate dai ragazzi quando erano piccoli, esperimenti di decorazione troppo complessi e subito abbandonati e decorazioni ultrarapide che hanno nobilitato vili palline di plastica. Mi piace oggi condividerle con voi, sperando che vi diano qualche idea per quel ramo un po' vuotino su cui vi casca sempre l'occhio....

decorazione di das, tempera e porporina facente parte di una serie di semi di carte
Palle di vetro rivestite di tulle su cui sono ricamate pajettes di vari colori e formati

Pallina di plastica rivestita da una carta morbida da regalo reduce dall'anno precedente, rifinita da un fiore di carta crespa proveniente da un pacchetto del calendario dell'Avvento



pallina disegnata dai ragazzi all'epoca in cui erano bambini con il pennarello per vetro e plastica a punta fine e poi dipinte da me con smalti per vetro

tentativo di pallina ottenuto con palla di polistirolo e pizzo di cotone rivestiti di gesso e colla vinilica e poi decorati in foglia d'oro: il troppo tempo necessario e un risultato inferiore alle aspettative ne hanno fatto un esemplare unico

palla di vetro riempita di piume reduci da un piumino spennacchiato e ormai inservibile

palla di vetro arricchita in una manciata di pennellate di smalto dorato e  pochi tocchi di  gel  alla porporina

2 commenti:

Ely ha detto...

Un albero così è veramente significativo e pieno di ricordi. E' l'albero che tutti dovrebbero avere in salone, tesoro.. Un abbraccio forte!

Cecilia Testa ha detto...

Infatti ci siamo molto affezionati, e i ragazzi se lo decorano ogni anno guardando il solito film che vedevano da bambini ("Il canto di Natale" dei Muppets). Ed è un momento magico perché malgrado spesso litighino (sono adolescenti, credo che litigare sia il loro mestiere..)in quell'occasione tornano ad essere due "fratellini". Non rinuncerei a questo per tutto l'oro del mondo. Un bacione, carissima Ely: smack!!!!