venerdì 26 ottobre 2012

mostarda di cotogne



Questa ricetta partecipa a:

PENSANDO AL NATALE - REGALI HOME MADE



Mostarda di cotogne
Di una cosa mi raccomando: pesate l'ingrediente principale solo dopo averlo sbucciato e nettato! le cotogne di Ornella sono super biologiche, graditissime da quei vermetti che pullulano nei racconti per bambini. Un paio se sono scappati stizziti a gran velocità! Sembra però che sia una prerogativa della mela cotogna attirare   i bachetti. Dunque, procuratevi una gran quantità di cotogne, o non arriverete in fondo alla preparazione. Ah! e trovate una discreta quantità di 1) pazienza, perché se buttate via la mela al primo buchetto sarete a breve prive di ingredienti!; 2) forza fisica, perché la buccia delle cotogne, credetemi, è tostissima!

Ingredienti
1 kg di mele cotogne (valgono le raccomandazioni fatte poc'anzi)
600 grammi di zucchero 
10 gocce di essenza di senape (che si compra in farmacia)




Procedimento
Dopo la sfacchinata allo sbucciamento, tagliate a fettine sottili le mele, mettetele in una pirofila e mescolatele con lo zucchero. Da adesso avrete 24 ore per riposare dalla fatica fatta. Se voi non potete permettervi questa tempistica, di sicuro le mele dovranno farlo. 




I puristi sostengono che le mele così condite devono riposare in un luogo asciutto, scoperte. Io, invece, le ho coperte con un foglio di carta da forno legato con dell'elastico e le ho messe in frigo. Trascorse le 24 ore scolate le mele dal succo che hanno prodotto e mettete quest'ultimo a rapprendere sul fuoco dolcissimo per circa 40 minuti, da versare poi di nuovo sulle fettine quando è ancora caldo. Riponete nuovamente la preparazione in frigo, aspettate altre 24 ore e ripetete la stessa operazione. Dopo altre 24 rovesciate tutto il contenuto della pirofila in una pentola e fate bollire per circa dieci minuti a fuoco molto basso. Fate raffreddare la preparazione e aggiungete l'essenza di senape, da amalgamare con cura ma con dolcezza. Versate dunque il composto in vasetti di vetro sterilizzati. Conservate in un luogo fresco e asciutto fino alla consumazione.


3 commenti:

Lu.C.I.A. ha detto...

Inserita in gara... ottimo regalino!!!

Lu.C.I.A. ha detto...

Oops... volevo inviarti una e-mail privata... ma non trovo come contattarti... potresti inviarmela??? Cosi posso rispondere a quello che mi hai chiesto... Ciao!

Vivere Verde ha detto...

Che meraviglia!! Quasi quasi si sente il profumino :)