sabato 30 giugno 2012

Questi sono gli stampi in silicone per fare i gelati (tra cui quello allo yogurt); li mostro all'amica Maria che mi ha inviato il commento (brava!). A Livorno li trovate da Dulcamara, in via Goldoni; non so il prezzo perchè si tratta di un regalo (molto gradito).



Ciao ciao Maria, a presto!
Cecilia

Ornella è andata in pensione!

In barba a Monti e alla Fornero, Ornella, la segretaria di mio marito, è andata in pensione. E siccome per trent'anni è stata praticamente perfetta, una via di mezzo tra la segretaria di James Bond (cui mio marito non assomiglia per nulla, tra l'altro) e quella interpretata dalla Hataway ne "Il diavolo veste Prada" (e in questo caso invece, a livello di datori di lavoro una qualche somiglianza c'è- genere a parte), Stefano mi ha commissionato una torta che rappresentasse il cambio di status: da impiegata modello nel settore delle costruzioni a orticoltrice autonoma! Certo un bel passo! E siccome Ornella è davvero una persona speciale, e le voglio bene anch'io (oltre ad esserle stata spesso solidale, in questi vent'anni di matrimonio..), ho lavorato sodo nel poco tempo libero di questi ultimi, conpulsivi e convulsi giorni di scuola. Certo quello che ne è uscito non è perfetto; ci sarebbero volute ancora cinque o sei ore per fare un lavoro più accurato (infatti Viola si è dissociata dal risultato finale), ma, ahimè, stamani avevo l'ultimo giorno di lavoro. Ed è stato, tra l'altro, un finale col botto! 
Avessi avuto più tempo, tra l'alto, avrei voluto fare, oltre al personaggio di Ornella, anche quello di Stefano con le mani nei capelli....

domenica 24 giugno 2012

ricetta della pasta di marshmallow illustrata passo per passo

Ricetta per pdm

  1. 150 grammi di marshmallow
  2. 350 grammi di zucchero a velo (se lo fate da soli aggiungete anche un cucchiaio colmo di amido e una bustina di vanillina)
  3. 2 cucchiai di acqua


Procedimento
  • mettere il marshmallow in una terrina adatta al microonde e cospargerlo con i due cucchiai di acqua e porre in microonde a 750 per 20 secondi
  • estrarre dal microonde e girare energicamente per qualche secondo

  • qualora l'impasto non avesse questa consistenza rimettere nel microonde per altri 20 secondi
  • aggiungere lo zucchero a velo setacciato (se avete optato per quello casalingo ricordate di miscelarlo con amido e vanillina prima di setacciare)
  • girare con molta energia il composto così ottenuto in una prima fase direttamente nella terrina

e solo in seguito sulla spianatoia, per evitare di restare inglobati voi stessi nell'impasto

La consistenza finale dovrebbe essere questa :

Il consiglio è di farla riposare il più possibile; io non l'ho fatto e la consistenza era molto gommosa.
Devo dire che questa pasta non è equivalente alla pasta di zucchero tradizionale, perchè più elastica.
Comunque una sua dignità la possiede, e io sono riuscita a tirarci fuori qualcosa:

Quando, in passato l'ho usata dopo un periodo di riposo (qualche giorno, ovviamente riposta in un sacchetto di plastica chiuso ermeticamente), ho avuto dei risultati migliori:
E, devo dire, che proprio la sua consistenza la rende impareggiabile per la creazione di nastri da arrotolare, che restano in piega quasi da soli, senza bisogno di supporti:

Spero di essere stata di aiuto a chi si scontra con difficoltà di reperimento di materie particolari, come la pasta di zucchero, e nonostante questo vuole cimentarsi nella decorazione di torte.
A presto

torta di fine anno per artisti (e da artiste, modestamente)

Viola è diventata un'esperta nella stesa della pasta di zucchero! guardate un po'!

E questa è la torta finita:

Della riuscita finale della quale però sono responsabile anch'io, visto che ho fatto la torta base (impasto madeira al cacao), la crema pasticcera e le decorazioni 3 d in pdm, che poi l'artista ha dipinto.


Che ne dite, è o non è una torta da artisti?

sabato 23 giugno 2012

Genny's finger




Il commento di una lettrice suggeriva l'uso del pan di spagna avanzato nei finger; io ho combinato il pan di spagna e lo yogurt, e sono venuti fuori questi due finger, che dedico a Genny:


Ho messo in ciascuno dei due finger rispettivamente un tondo e un quadrato di pan di spagna, in quello quadrato non  imbevuto, in quello cilindrico bagnato con un liquore al cioccolato. Poi ho versato la bavarese allo yogurt e cioccolato e ho messo un altro strato di pan di spagna imbevuto. A completare il finger quadrato (in realtà è una piramide tronca, lo so, ma mi sembrava un po' prolisso specificare la forma geometrica- anche perchè io e la geometria non andavamo molto d'accordo, ai tempi della scuola e ora non le vorrei fare favori inutili...) ho messo panna montata distribuita con la siringa, e una grattugiata di cioccolato fondente. su quelli cilindrici, invece, ho messo altra bavarese.
Spero vi piacciano. Fatemi sapere.
p.s: anch'io continuo a preferire le fragole; a breve le userò!

cuori gelati allo yogurt e biscotto

Ingredienti:

200 grammi di yogurt alla stracciatella
100 ml di panna da montare
4 cucchiai di zucchero semolato
5 fogli di colla di pesce
120 grammi di cioccolato da copertura
cocco in polvere per decorare

Spampi: a cuore in silicone per cake pop e gelati da passeggio

Procedimento:
Ammollare la colla di pesce in acqua fredda e lasciarla sciogliere; mettere sul fuoco a fiamma lentissima quattro cucchiai di panna e a questi amalgamare la colla di pesce scolata e strizzata. Mescolare con vigore per amalgamare. Accantonare il rigore per aggiungere alla colla di pesce prima lo yogurt e poi la panna, precedentemente montata con i cucchiai di zucchero. Sbriciolare i biscotti e aggiungerli all'impasto.

Versare il composto negli stampi e porre in frigo o in freezer. Dopo due ore di freezer e 8 di frigo sformare e decorare con cioccolato da copertura e farina di cocco.
Anche questa ricetta parteciperà al contest:


morena in cucina

finger semifreddo allo yogurt e cioccolato

con questa ricetta partecipiamo al contest di "morena in cucina"; dataci l'"in bocca al lupo"! E' il nostro I contest! Fino a ieri sera ignoravo cosa fossero i contest!
morena in cucina contest di giugno

Ingredienti:
4 rettangoli di 10 per 20 cm di pan di spagna
250 gr di yogurt alla stracciatella
250 gr di panna da montare
80 grammi di zucchero a velo
120 grammi di cioccolato al latte
150 grammi di cioccolato da copertura
2 fogli di colla di pesce


Procedimento
Ammollate la colla di pesce nell'acqua; intanto fate fondere il cioccolato a bagno maria
Quando il cioccolato sarà sciolto amalgamatevi la colla di pesce ben strizzata, mescolando energicamente. Quando questa miscela sarà sufficientemente intiepidita aggiungi lo yogurt, mescolando stavolta delicatamente.
Montate la panna con lo zucchero a velo e incorporatela, mescolando ancor più delicatamente all'impasto precedente. Ponete in frigo la crema ottenuta e dedicatevi al rivestimento degli stampini da zuccotto: i miei sono di cm 6 di diametro
lasciate riposare qualche ora la crema nello zuccotto in frigo, dopodichè capovolgete

e coprite con cioccolato da copertura. Infine decorate con panna montata


Ecco l'interno. Che ve ne pare?

venerdì 22 giugno 2012

cupcake optical by Viola



ancora cupcake (stavolta decorati in pasta di zucchero)



Certo con questo caldo la pasta di zucchero non si riconosce più! Se da una parte è manipolabile come il pongo, dall'altra non esiste più il concetto stesso di "asciugatura"!

Serata cupcake






Con l'impasto di torta Madeira ho fatto anche dei cupcake (uno stuolo!!!) e ho trascorso una serata (anche mezza nottata, a dire il vero) a fare esperimenti:

mercoledì 20 giugno 2012

lunedì 18 giugno 2012

non si butta via niente!

Non si butta via niente

Preparando le torte scenografiche un quantitativo di pan di Spagna finisce sempre col giacere negletto e tagliuzzato in un contenitore da cucina. Qualcuno lo mangia così, ma a dire la verità, vuoi per il fatto che la mia famiglia è abituata male, vuoi perchè il pan di spagna in sè non è che sia la fine del  mondo, la maggior parte delle volte dopo che si era trasformato in una pietanza aliena l'ho dovuto buttare. In realtà vale la pena utilizzarlo, quanto meno per fare dei "provini" e verificare se per la prossima festa non sia possibile ricavare dagli avanzi una vassoiata ulteriore di pasticcini.
Stavolta a me era addirittura avanzata mezza pentolina di ganache al cioccolato bianco (tinto di verde) e non mi sono lasciata sfuggire l'occasione.

Direi che con questi tortini ho quasi vinto la sfida: erano buonissimi! (Lo dico con certezza perchè me li sono mangiati tutti!)




Auguri Roberto !!!!!



Questa è la torta per il compleanno del mio cognato Roberto, che ama così tanto l'Isola d'Elba da aver avviato un'associazione culturale a Rio Marina. Auguri a Roberto e alla sua associazione!!!!