mercoledì 22 agosto 2012

Jiaozi da Guest star


Questa ricetta partecipa al contest: 




Oggi avviamo la rubrica Guest Star. Il nostro primo ospite è Niccolò, appassionato cultore di qualsiasi cosa che riguardi l'Estremo Oriente, dalle arti marziali alla gastronomia. Per questo l'altra sera si è cimentato in una cena cinese, a base di  Jiaozi (ovvero ravioli al vapore) e riso alla cantonese.
In attesa che Nicco impari a scrivere in cinese, lista degli ingredienti e procedimento li scrivo in italiano. Poi si vedrà...


Ingredienti per la pasta:

500 gr di farina 00
1 tazza d'acqua
sale qb
olio di sesamo qb

 Procedimento

Impastate gli ingredienti finché l'impasto non assume una consistenza elastica. Fate una palla e lasciatela riposare per almeno 1 ora in un luogo caldo; noi l'abbiamo messa dentro il forno precedentemente scaldato a 50° e poi spento.



Ingredienti per il ripieno

1/2 kg di macinato di maiale
1 bicchierino di vino bianco
tre cipollotti o 1 porro
2 cucchiai di salsa di soia
1 cucciaio di olio di sesamo
1 cucchiaio di sale fino



Irrorare il macinato col vino


tagliare a rondelle i cipollotti e aggiungerli al macinato




aggiungere la salsa di soia e l'olio di sesamo


Lasciar marinare la carne almeno 1 ora; nel frattempo preparare dei dischi con la pasta precedentemente preparata. Quelli bravi (per esempio Viola) la fanno facendo delle palline e stendendole girandole continuamente. Noi, che siamo un po' più maldestri, abbiamo usato un tagliapasta. I risultati migliori si ottengono tirando molto bene la pasta.
Poi si mette al centro del disco un cucchiaio di ripieno e si chiude. Nicco ha trovato un sistema non ortodosso, ma carino: ecco qui


Quando tutti i ravioli (chiamamoli pure così, tra amici) saranno pronti (a noi ne sono venuti 12) si fanno cuocere al vapore, avendo cura di mettere nella pentola, oltre all'acqua, un paio di cucchiaiate di salsa di soia. I tempi di cottura variano dallo spessore della pasta; a noi sono occorsi 14 minuti.


Nessun commento: