lunedì 2 gennaio 2017

Un filetto di grande personalità



Tra le varie cose che faccio è quella di darmi da fare per un circolo culturale, ovvero l'Associazione culturale Sandro Pertini. Facciamo cose diverse, alcune molto colte, altre più divulgative. Abbiamo individuato un format che va abbastanza, ovvero una conferenza, la cena e la visione di un film. Tutto a tema. Abbiamo fatto vari cicli: l'Europa, Le Regioni di Italia e l'Enneagramma. Se per l'Europa e le Regioni non c'è bisogno che vi spieghi niente, per l'Enneagramma è necessario dire due parole: si tratta di un modello per l'interpretazione della personalità, di origine antichissima, secondo cui le personalità fanno riferimento a 9 tipi, a loro volta suddivisi in tre sottotipi. Ebbene, se per la scelta dei film la dottoressa che si occupa del progetto non ha avuto né ha mai nessun problema, per quello che riguarda il cibo, di cui ovviamente mi occupo io, di problemi ne ho avuti diversi. Ho cercato su internet e ho trovato dei cuochi che proponevano ricette per le diverse personalità. Perfetto, mi dico... invece no, perché a seguire ho trovato una valanga di commenti di "enneagrammisti" integralisti che sparavano a zero sulle interpretazioni dei due chef. Una valanga di polemiche, a tratti anche feroci. Io, che per la prima volta mi dovevo cimentare con l'argomento, non me la sono sentita di infilami in un ginepraio e magari essere sottoposta ad un fuoco di fila di critiche, e al'occorrenza far naufragare il progetto al primo incontro. Pensa e ripensa, ho scelto un'altra strada: per ciascun "enneatipo" ho cercato diverse personalità famose e poi ho cercato le ricette del cuore di quelle personalità. Così ho trovato il pollo ripieno che Marylin Monroe preparava a Joe di Maggio, l'insalata vegana di Madonna, le crespelle alla mozzarella della Loren, eccetera. Peccato che non ce la faccio mai a fotografare i risultati... in compenso la ricerca di ricette in base al tipo di personalità è diventato un hobby. Io le cerco e Viole le prova. Questa è una ricetta per l'enneatipo tre, le cui caratteristiche sono: 
"Il suo imperativo è FARE, DIMOSTRARE. Le sue parole d’ordine ESSERE DI SUCCESSO. Efficiente, con buona capacità progettuale, promotore capace e in grado di portare la propria squadra alla vittoria!
Si tratta di una persona che conduce gli altri, evita l' insuccesso e si identifica con i successi che ottiene. Ha una personalità vivace e reattiva, è capace e motivata. Desidera fortemente fare bene.
In genere è un capo. Cerca di essere amato per le sue capacità e per i risultati che consegue. Il suo essere molto competitivo, tuttavia, può portarlo all'ossessione della propria immagine di vincitore e della corrispondente posizione sociale. L'apparenza diventa in questi casi molto importante, e lui è maestro nel curarla."

 Arthur Wellesley - Lawrence 1814-15.jpg
" Il generale inglese Arthur Wellesley ricevette nel 1815 il titolo di duca di Wellington per la sconfitta di Napoleone a Waterloo. I cuochi al suo servizio non riuscivano a dimostrare le loro capacità a causa dei suoi gusti particolarmente difficili. L'indifferenza al cibo da parte del duca portò molti dei suoi chef al licenziamento, mentre altri si cimentarono nell'affannata ricerca di nuove ricette. Ad uno dei piatti presentati alla sua tavola venne dato il suo nome: il filetto alla Wellington, appunto. Ciò deriva dal fatto che, una volta cotto "in crosta", cioè avvolto in un strato di pasta sfoglia, il filetto sembra presentare una particolare somiglianza con gli stivali dello stesso generale "i Wellington's". L'aspetto del filetto alla Wellington è infatti quello di un lucido cilindro dorato."
Nostra versione del filetto alla Wellington
Ingredienti

500 grammi di filetto di maiale (nella ricetta originale il filetto è di manzo)
500 grammi di funghi champignons e galletti freschi
2 spicchi di aglio
2 foglie di salvia
1 rotolo di pasta sfoglia
olio sale pepe q.b

Rosolate il filetto in padella su tutti i lati, in modo che sia tutto "sigillato" dalla cottura.
Nel frattempo trifolate i funghi tagliati a cubetti; una volta cotti frullatene metà e fatene una crema che mescolerete con la metà residua di funghi.
Stendete il rotolo di pasta sfoglia,
Spalmate la crema ai funghi con i funghi sulla carne e arrotolate la carne nella pasta sfoglia.
Fate sulla parte superiore del rotolo dei tagli di circa tre quattro centimetri in diagonale, spennellate con un uovo sbattuto e infornate in forno caldo a 180° per i primi 15 minuti e poi a 150° per la successiva mezz'ora.


Si mangia volentieri anche se non si appartiene all'enneatipo tre, ve lo assicuriamo!!!!

13 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Cavaliere oscuro del web ha detto...

In alternativa si potrebbe usare anche carni bianche, giusto?
Ti auguro una buona serata.

Claudia Di Nardo ha detto...

Non l'ho mai fatto.. deve essere proprio buono! Baci e ancora buon anno! :-D

Cecilia Testa ha detto...

Certo Cavaliere, si può usare un arrotolato di tacchino, ad esempio; Grazie Claudia, in effetti è buono e a tavola fa davvero la sua figura! Grazie per la visita e ancora tanti auguri!!!

andreea manoliu ha detto...

Il filetto l'ho cucinato tante volte, ma con questa personalità non l'ho mai fatto, pero è sempre un grande piatto ! Felice e sereno 2017 !

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Andrea, prova anche questa versione, è più economica e altrettanto buona!!! Ciao, tanti auguri per un 2017 come lo vuoi tu!!!

Federica R ha detto...

Mamma mia che delizia *.* Bello da vedere e fantastico da gustare :)

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Federica, grazie mille, e tanti auguri per un 2017 all'altezza del 2016!

Linda Menozzi ha detto...

mi ha sempre incuriosito questo piatto e non vedo l'ora di provarlo!

Cecilia Testa ha detto...

ciao Linda, grazie della visita e del commento, e tanti auguri!!!

Silvia Brisigotti ha detto...

Che belle queste serate a tema!! Non conosco la teoria delle 9 personalità, certo che concordo che questo filetto vada bene per tutti, è buonissimo, la mia mamma lo prepara spesso ed ogni volta ce lo pappiamo con gran gioia!!
Un abbraccio!!!

Hamina N ha detto...

Ciao,deve essere delizioso non l'ho mai cucinato sono molto curiosa di provarlo.Auguri.

Unafettadiparadiso ha detto...

Interessante questa attività di studio delle personalità, enneagramma, non l'avevo mai sentita, ora io non so se appartengo al 3° tipo che non è ufologia anche se forse un po' si per la prima parte della descrizione (non per l'ufologia...anche se li ci sarebbe da discutere eheheh) però questa tua(vostra) rivisitazione del filetto mi gusta tanto.