giovedì 20 settembre 2012

Cupcake gluten free alla macedonia


Questa ricetta partecipa al contest:

PARTECIPA ALLA MIA RACCOLTA FINO AL 20 SETTEMBRE



Cupcake gluten free




Di solito, quando cucino e nella vita, penso prima alla famiglia e poi, se c'è tempo, spazio e modo, a me. E siccome sono intollerante al glutine, se preparo qualcosa che preveda l'uso di farina io opto per una preparazione semplificata, perché nella ricetta per la famiglia spendo tutte le energie residuali che decido di dedicare alla cucina. Generalmente non ho voglia di lavorare tanto per farmi qualcosa da mangiare; se sono sola, poi (cosa rara ma che può capitare), finisco col mangiare una sfoglietta di mais con un pezzetto di formaggio, sopra l'acquaio, per sbriciolare dove si possa ripulire in fretta. Figurarsi quando si tratta di fare dei dolci! E poi da sempre ho l'incubo del grasso,  comincio ad allonzirmi nella zona giro vita e calorie superflue proprio non mi abbisognano!!! Malgrado tutto ciò, ieri ho deciso di preparare per i miei amici del gruppo di autoaiuto di cui faccio parte qualcosa che potessi mangiare anch'io: dei cupcake senza glutine alla macedonia. Forse per condividere, oltre alle emozioni che vengono fuori quando siamo insieme, anche qualcosa di dolce..chissà...


Dunque, ecco qui gli ingredienti

1 confezione di preparato per dolci senza glutine 350 gr
macedonia 350 gr 
2 uova
burro 30 gr
zucchero  a velo per la decorazione finale 20 gr 


Mi si potrebbe dire, dalle mie parti: "ti sei scollata (ovvero, in senso ironico, "hai faticato troppo")!: un preparato". E' vero, ho faticato meno nelle dosi di zucchero e lievito, ma ho variato almeno gli ingredienti...


....e il risultato non è stato male, anche da soli....


Li ho assaggiati quando li ho scavati con un coppapasta tondo di metallo: mi sono mangiata tutte le capoccette, alla faccia delle "lonze" sul giro vita!


E poi mi sono data alla farcitura:
burro: 300 grammi
zucchero a velo: 300 grammi
succo di frutta proveniente dalla macedonia: 100 grammi


Tanto per non faticare troppo ho messo tutti gli ingredienti nel mixer, dopo aver portato il burro "a pomata" (ovvero ad un livello di morbidezza tale che appoggiando il polpastrello resti l'impronta), e ho fatto fare loro un paio di giri, fermando il mixer e mescolando con il leccapentole


Poi, per la farcitura con il frostig (ovvero con la copertura) ho faticato ancora meno: mi sono affacciata dalle scale e ho chiamato: "Violaaaaa!" Perché Viola quando traffica con matterelli o sach a poche va lasciata stare! Io però ho dato il tocco di classe, spolverizzando i cupcake con zucchero a velo bianco e zucchero di canna. Senza non avrebbero fatto lo stesso effetto!




3 commenti:

veronica ha detto...

Grazie per la ricetta la inserisco subito.Buona serata.

veronica ha detto...

Grazie per la ricetta la inserisco subito.Buona serata.

Cecilia Testa ha detto...

Grazie Veronica, il tuo blog ci è piaciuto, diventeremo tue followers. A presto
Cecilia