lunedì 10 giugno 2013

Ciambelline a go go!


Dopo aver corteggiato questa macchina a lungo tempo, alla fine ho ceduto.. sarà stato il prezzo, particolarmente allettante, sarà che nei discount si ha sempre la sensazione di fare un affare, fatto sta che l'ho portata a casa. Ed ecco che ho dovuto anche provarla, cimentandomi per ora con la ricetta base nella confezione di poco modificata. 
A quanto mi dicono queste ciambelline sono irresistibili soprattutto ancora calde (anche caldissime, visto che Nicco ha rischiato di ustionarsi per mangiarsele al volo!), però si prestano bene ad essere decorate all'americana, e dunque ad essere consumate fredde. Un discreto quantitativo è stato anche congelato, vi saprò dire come regge allo scongelamento.

Ingredienti
(per circa 50 ciambelline)
260 grammi di farina
250 grammi di zucchero
150 ml di latte
200 ml di panna
3 uova
1 bustina di lievito vaniglinato

Procedimento
Prima di accendere la piastra ungetela leggermente con burro, olio di mais o margarina con un foglio di carta da cucina. Accendete la piastra e lavorate tutti gli ingredienti nel mixer fino ad ottenere un impasto unifome abbastanza liquido; io l'ho versato prima con un cucchiaio, poi con una sac a poche, ma credo che l'indicazione giusta sia quella che ho letto da qualche parte, in internet, e che consigliava una bottiglietta con il tappo a squizeer. 
In effetti, la velocità con cui si riempiono gli stampini con l'impasto è importante, perché questo comincia a cuocere da subito; è la piastra della base che scalda maggiormente, infatti. Riempite le ciambelline fino al limite dello stampo, e al limite rifinite il buchino dopo la cottura. Date retta a me, lieviteranno meglio e saranno anche più carine.


Quando saranno pronte la parte di sotto delle ciambelline apparirà  quasi come biscottata, quella soprastante più morbida e gonfia. Noterete che queste ciambelline non sono cinquanta; quelle che mancano sono state mangiate ancora bollenti. 
Per toglierle dalla piastra usate una pinza, o uno forchetta con cui infilzare la ciambellina, facendo molta attenzione a non graffiare il rivestimento della macchina


Avendo poco tempo si possono semplicemente spolverizzare con zucchero a velo


Avendo un po' più di tempo (solo un secondo di più) si può utilizzare una glassa pronta al cioccolato. Questa è dello stesso discount in cui ho comprato la macchina dei donuts, ed è buonissima e velocissima (si fonde nel microonde o immersa con la sua scatolina di plastica rigida nell'acqua calda). O decorare con una ganache di vostra invenzione (noi prossimamente ne pubblicheremo una da leccarsi i baffi!












Qualora invece dobbiate  fare la vostra discreta figura, si possono usare anche glasse varie, tra cui quella reale, fatta con zucchero a velo, succo di limone e poca acqua (o albume pastorizzato).
Questa macchinina ci ha davvero intrigato, e prossimamente vi presenteremo nuove ricette.






7 commenti:

brownasi ha detto...

ma chevassoiata di meraviglia!!!!!!!!!!!!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Simona, grazie della visita e del commento!

Vanessa Albertini ha detto...

Eccomi in visita!!! mi hai fatto venire una voglia con queste ciambelline!!!

Sonia ha detto...

ciao Cecilia, grazie per essere passata da me, trovo un blog goloso qui...ti rubo una ciambellina virtualmente...ancora non mi sono lasciata incantare da questo stampo..ma manca poco per la mia capitolazione ;-)
Buona domenica, ti seguo anche io con piacere

Cecilia Testa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Cecilia Testa ha detto...

Ciao Vanessa, benvenuta!

Cecilia Testa ha detto...

Ciao Sonia, pensa che ne ho visto un altro, di stampo, stavolta per i muffin! Ma stavolta resisterò, giuro! Ahahah!
ciao, e benvenuta!